Dia duit, a ghrà!

… Nel Tempo

.
.
.
Nel tempo
.
.
.

Il suono gesticola lieve e si libera, fra le albe disarmanti, in una coltre di vento e bianco che simula pioggia e fiori. Il Silenzioso ordine delle corolle osserva il pianto dai vetri, simula un canto … e si disperde nel buio della stanza.

L’inverno ha un riflesso miracoloso, di freddo e lontano … quasi un Sogno di sussurri in Controluce
e Fiamme che non si toccano.

Ricordo la melodia che chiudevi fra le mani, pareva quasi di sfiorarla; tanto era mobile nell’aria e tutto intorno. Restare era un gioco a chi sorrideva prima, a chi, prima, schiudeva le braccia alla resa … ed al Cuore, che correva in mille e mille Luoghi Amati.

Il Fragore di queste pagine, si spande sotto le mani ed è Frutto Tenace di un viaggio lungo anni e dedicato al Silenzioso Colloquio che imperversa nell’Anima.

L’ansito estremo che sento dileguarsi, mentre lo guardo avvolgermi nella penombra; disegna uno scenario impossibile da trattenere e questa misteriosa guerra che incontro più e più volte; mi chiama per Nome … e Brilla di luce soffusa; come le costellazioni maggiormente luminose, che si scorgono a malapena nel cielo invernale … e risplendono nel freddo, più che in qualsiasi altro Segreto.

L’ululato di questo fuoco accoglie la Vita di tutte le cose, come se fosse un valico necessario che riposa nell’ombra della montagna, troppo Fiero per essere aggirato e dal sorriso Immortale.

Attraverso il contrasto ed il blu di questo giorno, non basta uno sguardo e nemmeno l’apice di una Vittoria umana, sola, con il riverbero della fiamma negli occhi di un Sonno senza respiro.

.

.

Gli Attimi

.

.

Il Discorso dell’Innocenza è di una Bellezza Lontana, nel rapido gesto di Ieri.

Tutto è Memoria …
… e sotto la Maschera si è Dannati alla guida di  trasparenti Comparse e dei loro giochi pieni di Parole.

La moneta resta in bilico e nel camminare, pare allungarsi nell’equilibrio di non cedere ad alcun lato … ed è come se vedessi la mia spoglia luccicare sull’onda fumosa della partenza, trafitta da una Nota folle …

… e da un Sentimento di Pura emozione.

.
.

.

I Ricordi

.

.

.

6 Risposte

  1. Semplicemente stupendo!
    Un caro abbraccio*
    P.S. qui non è come Splinder e non so come linkarti: se puoi cortesemente mandarmi il tuo url a sandraoale@gmail.com, te ne sarei profondamente grata!

    02/01/2012 alle 21:36

  2. Un profumo che non si dimentica facilmente

    05/01/2012 alle 23:41

  3. ponte

    E’ una Prigione la dolcezza del Cammino, che vive nelle Parole ed al colmo della Febbre; riunisce a sé due Mondi … e due Anime.

    In sospeso fra il Respiro e la Nebbia.

    Grazie per essere Passati in queste Terre …
    … I Miei Rispetti

    Ni’Ghail

    Slàn

    08/01/2012 alle 15:30


  4. Giace con la schiena stroncata.
    Giace: e già dal morbido ventre
    spuntano fiori purpurei.

    Mugola: e con le piccole zampe ad artiglio
    cerca il cielo troppo distante.
    La belva cornuta
    è scomparsa giù nella valle

    ed il sole
    già scende dietro ai monti lontani
    tingendo il cielo
    e le nubi di sangue.

    Gira la testa pesante,
    sempre più pesante,
    cercando la luce
    con gli occhi gonfi di nebbia:

    Ma la notte già sboccia
    contro la belva
    e con dita di neve
    gli spegne il respiro.

    ll sangue ora
    cerca, cantando mille strade,
    tra rovi,
    e zampilla dalle viscere viola
    come gli occhi dell’alba,
    finchè tace
    raccolto sulle rocce
    spaccate dal sole,

    in una notte priva di stelle
    lungo la strada
    degli occhi del mostro.

    Tal mi dissero…
    nel descriver
    la mia nascita.

    Sembiante umane:
    Fiero, altero
    e freddo
    in verde sguardo,
    ma padrone delle Umane Ombre
    e schiavo degli umani sentimenti.

    n.r.

    Cordialità

    09/01/2012 alle 23:50

  5. Il Vostro dire è una Creatura Divina, nasce e si riserva di osservare il Mondo dall’alto di un’eccellenza Dannata … eppure; conserva una Dolcezza quasi infantile, un’Emozione che pare raccogliere l’acqua del Cuore, per spanderla oltre la Memoria.

    Grazie Milord
    I Miei Rispetti

    Ni’Ghail

    Slàn

    12/01/2012 alle 15:31

  6. Un sorriso per te, cara.
    Slàn

    13/01/2012 alle 21:04

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...